Dizione
Accento tonico
E aperta/chiusa
O aperta/chiusa
S sorda/sonora
Z sorda/sonora
Parole omografe
Scioglilingua
Foto
 
   
La "O" aperta   -   La "O" chiusa

La "O" si pronuncia aperta nei seguenti casi:

UO (Dittongo)
      Es. bu˛no, cu˛re, fu˛co, fu˛ri, su˛i, tu˛i, vu˛i, pu˛i, anche quando la "U" sia caduta (c˛re, figli˛lo, gi˛co)
  Ecc. quando la "O" fa parte di un suffisso con "O" chiusa (affettuˇso, languˇre, liquˇre)
Parole tronche
  Es. per˛, fal˛, manger˛, com˛, torner˛
OCCIO/A - OCCO/A (Terminazione in genere)
  Es. r˛ccia, c˛ccio, b˛cce, cart˛ccio, appr˛ccio, bar˛cco
  Ecc. dˇccia, mˇccio
OIDE - OSI - OLDO - OLFO (Suffisso di aggettivi e sostantivi, di termini medici e terminazione in genere)
  Es. tir˛ide, cellul˛ide, Ar˛ldo, Leop˛ldo, Ad˛lfo, artr˛si, scler˛si
OTTO/A - OTTOLO/A (Suffisso di aggettivi e sostantivi)
  Es. bambol˛tto, ris˛tto, pianer˛ttolo, naner˛ttola
EZZO/A - OCCHIO/A (Suffisso di sostantivi e diminutivi)
  Es. gin˛cchio, Pin˛cchio, ran˛cchio, tavol˛zza, tin˛zza
ORIO - OTICO - OTA (Terminazione in genere)
  Es. parlat˛rio, refett˛rio, cervell˛tico, patri˛ta
OLO/A - UOLO/A - AIOLO/A - AIUOLA (Suffisso di aggettivi e sostantivi)
  Es. capri˛la, ghiacci˛lo, barcai˛lo, museru˛la, aiu˛la
Nei monosillabe e nelle parole che terminano con consonante
  Es. d˛, st˛, ci˛, s˛, h˛, n˛, n˛rd, st˛p, fact˛tum
Quando Ŕ seguita da consonante scritta scempia (non doppia) seguita a sua volta da due vocali e quando la parola Ŕ sdruciola
  Es. cust˛dia, neg˛zio, m˛gio, mel˛dico, term˛metro, pedag˛gico, tubercol˛tico
In molte parole isolate
  Es. c˛tto, m˛tto, n˛stro, v˛stro, c˛sa, acc˛rgersi, m˛do, c˛gliere, c˛pro, d˛nna, gi˛ia, ˛do, gr˛sso, g˛do, p˛i, p˛co, piott˛sto, p˛sso, sc˛pro, sc˛rgere, tr˛ppo, sp˛sa, r˛sa, d˛se, dim˛ra, sp˛sta, c˛sta, s˛sta, ˛rco, d˛rso, m˛rso, ˛lio, n˛rma, chi˛sco, m˛rto, gr˛tta, r˛go, b˛sco (Ŕ accettata anche la pronuncia con "O" chiusa)

La "O" si pronuncia chiusa nei seguenti casi:

OCE (Terminazione in genere)
  Es. nˇce, atrˇce, ferˇce
  Ecc. prec˛ce
OGNOLO - ONZOLO (Ŕ accettata anche la pronuncia con "O" aperta) Suffisso di aggettivi e sostantivi
  Es. amarˇgnolo, verdˇgnolo, medicˇnzolo, lattˇnzolo, girˇnzolo
OIO/A - ONDO/A (Terminazione in genere)
  Es. corridˇio, lavatˇio, feritˇia, scorciatˇia, fˇndo, mˇndo
ORE - FORME (Terminazione in genere)
  Es. amˇre, coltivatˇre, dolˇre, rumˇre, attˇre, filifˇrme
  Ecc. m˛ra (in tutti i casi) D˛ra (nome proprio e di fiume)
OSO/A/E/I (Terminazione in genere)
  Es. afˇso, misteriˇsa, noiˇse, fallˇsi
Quando Ŕ seguita da GN ed in molti casi dinanzi a M e N seguite da consonante
  Es. Bolˇgna, sˇgno, ˇgni, bisˇgno, ˇmbra, rˇndine, tˇmba
  Ecc. c˛mpito, p˛ndero, rec˛ndito, c˛nsono
In molte parole isolate
  Es. sˇno, abbandˇno, dˇpo, allˇra, ancˇra, pˇsto, rispˇsta, propˇsta, aragˇsta, ˇrma, mˇsca, lˇro, nˇi, vˇi, dˇlce, giˇrno, intˇrno, mˇglie, nˇme, enˇrme, fˇga, orgˇglio